12.12.2013  15:09

Allevamento dell’orrore: condannato il titolare. Decine di animali morti per maltrattamenti

di Monica Campani
Il Tribunale di Arezzo ha condannato un agricoltore di Terranuova a 4.000 euro di multa. L'uomo nel gennaio 2011 era stato denunciato dagli agenti del comando stazione forestale di Loro Ciuffenna per maltrattamenti di animali. Decine tra pecore, capre e bovini furono ritrovate morte


Il Tribunale di Arezzo ha condannato a 4.000 euro di multa un allevatore di Terranuova  che nel gennaio 2011 era stato denunciato dagli agenti del comando stazione forestale di Loro Ciuffenna per maltrattamento di animali. Pecore, capre e vitelli, erano stati ritrovati morti o in stato di denutrizione.

Durante un normale servizio di controllo del territorio lungo una strada di campagna in prossimità della Setteponti, nel comune di Terranuova, i forestali avvertirono un forte odore nauseabondo proveniente da un annesso agricolo situato in mezzo ad un pascolo e decisero di effettuare un controllo. Trovarono subito 16 carcasse di pecore e capre in diversi stadi di decomposizione. Nella parte esterna del fabbricato, gli agenti si accorsero di camminare su un vero e proprio letto di ossa e resti di animali morti. Altre carcasse, circa 20 capi, furono trovate anche nel pascolo circostante e in altri annessi agricoli.

In una piccola stalla fatiscente gli agenti del corpo forestale dello stato scoprirono, legato ad una catena, un bovino adulto morto e vicino, all’aperto, i resti di un altro carbonizzato: l' animale era stato legato al pascolo per le corna con una corda ed era probabilmente morto per fame e per sete. Successivamente era stato dato fuoco alla carcassa, come, secondo la forestale, testimoniava una tanica di benzina trovata nei pressi dell’animale.

Nel pascolo, infine, vi erano tre vitelli, vivi ma in evidente stato di malnutrizione: due erano liberi mentre un terzo era legato per le corna ad un pezzo di ringhiera di ferro di circa 2 metri, rimasta a sua volta impigliata nella recinzione dell'area.

Il responsabile dell’allevamento, un quarantenne residente a Terranuova fu denunciato per maltrattamento di animali. Adesso è arrivata la condanna.




Cronaca

 
comments powered by Disqus