08.03.2013  15:33

Al Castello di Sammezzano si celebra il bicentenario di Fernando Panciatichi

di Andrea Tani
Il 10 marzo 1813 nacque il marchese che avrebbe dedicato più di 40 anni alla riprogettazione del Castello. A 200 anni dalla sua nascita, domenica si aprono le porte di Sammezzano per ricordare la sua figura


foto it.wikipedia.org - Paebi
Porte aperte al Castello di Sammezzano per il bicentenario della nascita del marchese Fernando Panciatichi Ximenes d’Aragona, ideatore, progettatore e promotore del completamento dell’edificio così come appare oggi. Domenica 10 marzo è in programma una giornata ricca di iniziative per onorare la sua memoria.

Fernando Panciatichi Ximenes d’Aragona nacque a Firenze il 10 Marzo 1813. Fu architetto, ingegnere, botanico, bibliofilo, imprenditore, politico. Un intellettuale tra i più eclettici del suo tempo, che per più di quarant’anni si dedicò alla progettazione e al finanziamento del Castello di Sammezzano, un’opera unica nel suo genere, edificata nel 1605 per volere degli Ximenes D’Aragona e ereditata dal marchese che ne trasformò il volto tra il 1853 e il 1889.

La giornata si aprirà alle 10.30 con il ricevimento delle autorità al Cimitero di Sociana. Tra i presenti, Massimo Sottani, presidente del Comitato Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona 1813-2013, Kirsten Aschengreen Piacenti, presidente onorario del Comitato, e Cristiano Benucci, sindaco del Comune di Reggello. Alle 11 è in programma la visita alla tomba del marchese, la deposizione dei fiori e la partenza del corteo verso il Castello, dove, alle 11.30, interverranno le autorità e verrà consegnato il progetto di restauro del Sepolcreto. Ad accompagnare la cerimonia sarà la musica della banda scolastica ‘Saràbanda’ dell’Istituto comprensivo di Reggello. Dalle 14 alle 16 sono in programma le visite guidate al Castello, i cui posti dispoinibili sono letteralmente andati a ruba ed esauriti in poco tempo.

L’iniziativa è organizzata dal Comitato per i duecento anni dalla nascita del marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona in collaborazione con il Comune di Reggello, con il patrocinio del presidente della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze, dei Comune di Reggello, Rignano e Pontassieve e il contributo dell’Ente Cassa di risparmio di Firenze.

Cultura

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...
Roberto Riviello
Controcorrente
Come fece Maximilen de Robespierre ad annullare la Costit...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
DEMOCRAZIA NATURALE QUESTIONE DI PESI … Di solito non si ...