07.02.2015  17:20

410 esuberi e 30 filiali chiuse: passa l'accordo tra Banca Etruria e i sindacati

di Monica Campani
Il processo di riorganizzazione aziendale era già stato annunciato dal mese di dicembre. Le trattative con le organizzazioni sindacali nazionali e aziendali erano in corso. Cinque filiali del Gruppo sono anche in Valdarno


Accordo raggiunto tra Banca Etruria e le organizzazioni sindacali nazionali e aziendali: 410 gli esuberi (Fte, full time equivalent) e 30 le filiali chiuse. Ad annunciarlo con una nota è stata la stessa Banca. Il processo di riorganizzazione del Gruppo e di recupero dell'efficienza gestionale con la necessità di una riduzione dei costi del personale era già stato annunciato nel mese di dicembre. In Valdarno le filiali sono cinque: Montevarchi, San Giovanni, Terranuova, Figline e Castiglion Fibocchi.

Le organizzazioni sindacali sin dal primo momento hanno richiesto misure in tutela dei lavoratori. Banca Etruria annuncia.

"Il programma si articola in un ampio arco temporale e prevede il ricorso per tutto il personale ad una pluralità di strumenti volti a ridurre l’impatto sociale, quali il prepensionamento tramite lo speciale “Fondo di Solidarietà” proprio del settore del credito, nonché un rilevante numero di “Giornate di solidarietà” per tutto il personale nelle quali verrà meno la prestazione lavorativa, e ancora numerose altre misure (part-time, blocco del turn over e degli straordinari, ecc. ecc.), oltre ad una strutturale riduzione dei costi connessi alla governance del Gruppo".

Poi le filiali:

"Nel programma rientra anche un ridimensionamento della rete di Gruppo (chiusura di 30 filiali, rimodulazione dell’orario di altre filiali) ed un efficientamento delle strutture di Direzione, con un risparmio a regime di oltre un quarto del costo complessivo del personale. Si tratta senz’altro di un’incisiva e vasta azione di riorganizzazione e ristrutturazione nell’ambito del sistema creditizio italiano che ha portato a serrate trattative prolungatesi per l’intera nottata fra venerdì e sabato, sino alla firma definitiva nella tarda mattinata odierna".

"Si apre ora la fase di implementazione, che impegnerà a lungo tutte le componenti aziendali. Alle citate misure straordinarie oggetto dell’accordo siglato, si affiancano una spending review di Gruppo rigorosa e generalizzata, oltre che la definizione di un nuovo modello organizzativo finalizzato al recupero di maggior reattività a servizio di famiglie, imprese e del territorio di riferimento in uno scenario economico che permane debole".

Economia

 
comments powered by Disqus